Guest List

I BATI-HOLIC a Harbour City!

vi ricordo che saranno da noi per il VAIWAI Japan Festival!

 

Ecco a voi una dimostrazione di un abete rosso (Picea) da Masashi Hirao per degli studenti. Il materiale era molto semplice, quindi è interessante vedere come Masashi usato il suo stile e la tecnica per creare un bonsai fuori di esso.

Vi ricordiamo che il Maestro vi aspetta al nostro padiglione del VAIWAI Japan Festival!

MASA+JOHN

JOHN BIANCALE+GIANLUCA MARTINO =THE "BONSAI IN MUSIC" TRIO

A TOTAL NEW EXPERIENCE

 

Tetsuro Shimizu

Giappone, 1958

Tetsuro Shimizu è nato a Tokyo nel 1958. Nel 1987 si trasferisce in Italia e si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera.

La sua ricerca pittorica si caratterizza per esprimere una sensazione tra psiche e fisico, dando massima importanza al colore che trasmette energia e vibranti ritmi musicali sulla forma della tela vitalizzata.

Definisce il suo lavoro “meditato”, quindi assolutamente distante dalla pittura creata di getto. Meditazione che si rispecchia anche nell’esecuzione tecnica: costituita da varie stesure di colore, una dopo l’altra, secondo l’antica maniera.

“…Se la pittura gestuale possiede la caratteristica di dare rappresentazione immediata al pensiero e all' emozione, Shimizu consapevolmente rompe l’unità di luogo e azione. In questo modo crea dei lavori concettualmente elaborati, in cui l’idea compositiva è calcolata e mai affidata alla casualità del momento. Per questi motivi il suo lavoro risulta interessante e nuovo. Lo spazio non è abbandonato al flusso che però mantiene intatta la sua pienezza e forza. Lo spazio viene rilanciato in una forma che è chiusa eppure modulabile. Le opere di Tetsuro vengono fuori dalla parete, non ne sentono più i vincoli, ma vogliono abitare lo spazio. Se i segmenti delle opere lasciano dei vuoti delle fessure, è l’idea di pittura a riempirli. Quindi l’incertezza diventa provvisoria e serve a stabilire un contatto con lo spettatore. L’artista crea uno spazio ibrido, poetico ed indefinito, in cui gli elementi dell’opera accennano ad un linguaggio comune.

Dal 1985 espone le sue opere presso gallerie private, spazi pubblici e fiere in Italia e all’estero.”

Yoshie Nishikawa,

fotografa, nasce a Sapporo (Giappone) nel 1959, dopo la laurea presso l’università d’arte Ootani di Sapporo, nel 1982 si trasferisce a San Fransisco (USA) a specializzarsi in “The Fine Art of Photography” presso la San Francisco Academy of Art College.

Nel 1983 comincia la sua carriera fotografica lavorando tra Tokio, New York, Londra e Milano.

Nel 1996 decide di trasferirsi a Milano, lavorando in campo pubblicitario, still life e moda, pubblicando suoi lavo...

"ARTE TRA I BINARI":

Sarà nostra ospite, Oki Izumi!

-Artista del Vetro-

Nata a Tokyo, Oki Izumi si è laureata in letteratura giapponese antica all’Università Waseda di Tokyo, ha studiato pittura e scultura con Aiko Miyawaki, Taku Iwasaki e Yoshishige Saito. Ottenuta nel 1977 una borsa di studio per la scultura dal Governo Italiano si diploma nel 1981 all’Accademia di Belle Arti di Brera, nel corso di scultura.

Ha partecipato con sue opere e installazioni alla Biennale di Venezia nel 1985 (Progetto Venezia, Terza mostra internazionale di architettura) e nel 1986 (Arte e Biologia, XLII Biennale Internazionale di Arti Visive); alla Triennale di Milano nel 1983; al Museum of Modern Art of Hokkaido a Sapporo (Giappone) nel 1991; nel 1992 alla Galleria d’Arte Moderna di Roma, nel 1998 con Paola Levi Montalcini e nel 2010 con Iko Itsuki Damiani all’Istituto Giapponese di Cultura a Roma.

Nel 2007 una mostra antologica al Museo civico di Lubiana (Slovenia).

Le sue opere si trovano anche nel Magazzino privato del Vaticano. Il vetro è un materiale difficile, indomabile, costituito da aspetti duali: è rigido, duro ma anche fragile, è leggero e pesante, freddo e caldo, vuoto e pieno, trasparente e riflettente, si fa attraversare dalla luce e la respinge, la filtra e la rimanda.

Il riverbero è un fenomeno luminoso quanto sonoro, l'iter creativo produce infatti segni, tagli, spostamenti che generano rumori, tanto che ogni creazione è costituita dal suono di un percorso tracciato.

Sito web: http://www.okiizumi.com/

"ARTE TRA I BINARI":

Sarà nostra ospite, Pechu!

classe 1981 nata a Fukuoka (Kyushu)

dal 2007 e' attiva in varie mostre Giapponesi, nel 2011 e' stata esposta

a Milano presso "Uno spazio su Misura" di Marina Wolff per la mostra collettiva.

Riesce a creare un mondo fluttuante con la sua penna stilografica di 0.3 mm.

le opere sono frutti della sua visione personale dello spazio o della vita。

Ameba Link: http://ameblo.jp/re-pechu/

"ARTE TRA I BINARI":

Sarà nostra ospite, Shiraishi Setsuhi!

-Calligrafa-

pratica la calligrafia sin da bambina ed all'eta di 22 e' diventata maestra di quest'arte.

il suo mondo di calligrafia non si limita di scrivere gli ideogrammi tradizionali ma utilizzandoli di fronte a pubblico riesce a creare delle opere d'arte collaborando anche con musicisti sia classici che di jazz che si esibiscono durate la sua creazione. Realizza copertine di CD, marchi per aziende (CI) e accessori vari.

Espone regolarmente a Parigi e a New York.

Sito web: http://www.setsuhi.jp/

ARTE:

Silvia Orsi

nasce a Firenze nel 1968.

Nel 1988 fino al 1994 frequenta la Facoltà di Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Firenze, uscita con Laurea Dottore in Economia e Commercio, nel 2007 inizia la Facoltà di Scienze della Formazione presso l’Università LUMSA di Roma Metodologia della progettazione e li consegue il primo Master Universitario di I livello in “Costruzione e Gestione dei progetti nel sociale”. Dal 2007 inizia a studiare l’arte bonsai ed in contemporanea approfondisce questa sua passione (sviluppatasi col tempo ma iniziata anni prima con vari studi da autodidatta sulla flora d'Italia e tecniche di giardinaggio), frequentando Seminari con i Maestri giapponesi: Kunio Kobayashi, Shinji Suzuki, Keizo Ando, Shigeru Otani e Masashi Hirao, dove tratta nello specifico: Cultura zen, estetica bonsai e piante da compagnia, allestimento ed esposizione nel tokonoma, lavorazioni su caducifoglie e conifere, mantenimento nelle 4 stagioni, pinzatura e defogliazione, scelta delle radici. In seguito comincio a fare delle sue pubblicazioni, Piante spontanee, shitakusa e kusamono. Descrizione, habitat ed utilizzo nei tokonoma”, intorno al maggio 2012. In più ora tiene dei Corsi di aggiornamento per appassionati di floricoltura, studenti di vari Club Bonsai e Circoli Didattici su: riconoscimento della flora, composizione delle piante.

ARTE:

Ecco a voi un piccolo riassunto del libro della nostra carissima Silvia Orsi, dove tratta delle piante che si usano per la decorazione di spazi e bonsai, affrettatevi a comprarlo ve lo consigliamo vivamente.

Vi ricordiamo che sarà nostra ospite al ‪#‎VAIWAI‬ Japan Festival!

PROLOGO:

“Piante spontanee, shitakusa e kusamono. Descrizione, habitat ed utilizzo nei Tokonoma”

Silvia Orsi

Casa Editrice Factory

Il libro inizia con una sezione sulla botanica per definire alcuni concetti che nel testo vengono ripresi e sviluppati; prosegue entrando nel merito delle shitakusa e kusamono riportando il risultato di due anni e mezzo di intenso lavoro parlando in modo approfondito delle due tipologie di kusa, degli abbinamenti con i bonsai, delle rappresentazioni di particolari habitat, delle tecniche di coltivazione e formazione in vaso, dando indicazioni sui contenitori ed i supporti, illustrando in modo dettagliato le varietà delle specie adatte ad essere abbinate ai bonsai ed ai suiseki, riportando un glossario dei termini botanici e del mondo del bonsai, indicando – all’interno di un secondo glossario - i termini giapponesi più frequentemente utilizzati ed infine inserendo un ampia bibliografia.

Il libro contiene:

- 15 schizzi

- 366 fotografie che illustrano i vari argomenti

- 77 schede di specie di erbacee, felci, muschi e arbusti

- consigli pratici per la coltivazione e la collocazione con le altre specie

- glossario botanico e glossario giapponese

- ampia bibliografia

ARTE:

Nicola “Kitora” Crivelli

Pratica la via del Bonsai dal 1988.

E 'nato a Lugano, in Svizzera, nel 1962. Dopo aver frequentato la scuola dell'obbligo, si diploma al CSIA (Centro Scuola Industria Arte) nel 1981. Arti Decorative nel1982/1983 ha frequentato un corso di perfezionamento su Cartone animato presso la Scuola Statale d'Arte di Urbino. Ha lavorato nel campo della Grafica, Illustrazioni, Cartoni animati di animazione 2D e 3D grafica-Computer e si è unito alla BCT Bonsai Club Ticino, nel 1992, di cui è l'attuale Segretario. Nel 1999 è entrato nel SCUOLA D'ARTE BONSAI sotto la guida del Maestro Hideo Suzuki. Nel 2004 si è laureato al III° livello della Scuola d'Arte Bonsai ed entra a far parte del Bokushin, una Associazione Svizzera e la scuola di Far East calligrafia con MasterNorio Nagayama. Nel 2005 entra a far parte di UBI (Union Lovers Bonsai Italiano ), nel 2006 entra a far parte Vereinigung Schweizer Bonsai-Freunde (Svizzera Amici del Bonsai Association) e sempre nel 2006 entra a far parte della Nippon Bonsai Sakka Kyookai Europe, diventando membro associato Nell'ottobre 2006 consegue il diploma di Istruttore presso la Scuola d'Arte Bonsai. E finalmente nel 2007 diventa socio Full Member della Nippon Bonsai Sakka Kyookai Europe!

Il Maestro Nicola “Kitora” Crivelli vi aspetta al ‪#‎VAIWAI‬ Japan Festival!